Dalla sua parte, la recensione su Ezrome

Io devo essere più simile a un ramo d’ulivo che a una pianta grassa.” E forse questa frase, pronunciata dalla protagonista, è quella con cui Isabella Borghese più riesce a far entrare il lettore nel mondo del suo romanzo Dalla sua parte, pubblicato da Edizioni Ensemble.

Il destino si è infatti sempre abbattuto su Francesca con ventate violente. Le raffiche sono quelle del padre, della sua sindrome bipolare, capaci di scuotere la vita di chi gli sta intorno fino quasi a spezzarla.
E’ un equilibrio impossibile, tra un padre in preda a crisi e ossessioni, e una madre che si annienta nel tentativo di aiutarlo. Per tutta la casa, le grida di lui e i silenzi di lei, in cucina, psicofarmaci e dolci.
Francesca scappa ma ha bisogno di un rifugio, ama ma è spaventata, teme di diventare come il padre, ma se ne tatua l’ideogramma sulla pelle.
Isabella Borghese dipinge il ritratto di una donna messa a dura prova dalla vita, che non percorre mai una strada scontata, e per questo risulta vera: “La possibilità di restare al mondo creandosi alternative di sopravvivenza, non è una malattia, né una banalità, ma un’ottima strategia di vita.”

Continua a leggere…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...