La lettura di E. delle prime pagine di Dalla sua parte

  • Tu non è che gliele mandi a dire le cose alla gente, non ci giri tanto intorno. Vai dritta al punto. Al lettore non lasci neanche il tempo i abituarsi a un nuovo mondo letterario, a quella nuova voce di cui si fa ancora fatica a riconoscere il timbro, la sintassi febbricitante, a determinarne la provenienza, quel mondo distratto e immobile congelato, dove lei si aggira osservando lui con il bicchiere alzato, un’altra sospesa col passo lento, che tu subito gli togli il fiato, nell’urgenza di farlo, di stringergli al collo la forca di una vita o sul filo del rasoio, o sull’orlo del precipizio, o giù nell’abisso. L’unica cosa che si muove, col suo moto rettilineo uniforme è una saracinesca e CLACK. E per fortuna che i primi capitoli sono brevi. Ed è una cosa bellissima. Se leggerli ha richiesto un grande sforzo di emozioni, immagino cosa sia significato scriverli. Hai espulso tutto in quelle poche pagine che definiscono una situazione iniziale che in qualche modo dovrà essere dénouée. E.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...