Al via con gli incontri nelle scuole! Ostia “ospiterà” Dalla sua parte all’Anco Marzio

Raggiungere le scuole era uno degli obiettivi di Dalla sua parte. Ce ne è voluto un po’, ma eccoci qui, piano piano, un passo dopo l’altro, una pagina dietro l’altra, a raccontarvi anche di questa novità.

Daremo il via agli incontri nelle scuole in Novembre. Questo grazie alla disponibilità di una professoressa conosciuta su l web, che si è interessata a Dalla sua parte. Siamo riusciti ad organizzare un incontro per l’11 novembre, ore 11,30 presso il Liceo Anco Marzio.

“Dalla loro parte: dialogo sulla malattia mentale a partire dal romanzo di Isabella Borghese.

Ci sarà Dalla sua parte, e non mancherò anche io. Dialogherò con la generosità di Pompeo Martelli, che mi affiancherà, e con i ragazzi.

Quando ho conosciuto il disturbo bipolare non ero che un adolescente. Un’età molto particolare. Mi chiusi dentro me stessa pensando che nessuno avrebbe mai potuto capire cosa significasse a sedici anni/diciassette affrontare la malattia di un genitore. Forse, a quell’età, si è anche e ancora abbastanza piccoli, da credere che vergognarsi e non parlare con nessuno possa essere l’unica soluzione da potersi dare per opporsi a tanta sofferenza.

Crescere e confrontarsi con il mondo, invece, serve a comprendere che il silenzio e la chiusura non sono mai una soluzione ad alcun problema. Caso mai, invece, non fa che creare altri danni. Le esperienze degli uomini sono sempre così personali e così uniche da non poter essere quasi mai la risposta alle difficoltà degli altri. Restano, tuttavia, un importante patrimonio di confronto e laddove possono essere messe a disposizione degli altri è bene che vengano fuori.

Sarebbe utile che i giovani imparassero da subito a misurarsi con le difficoltà della vita, della sofferenza, delle malattie di un proprio familiare senza fare di queste motivo di silenzio e chiusura, così da rischiare di deviare i loro percorsi personali.

Ecco, uno degli obiettivi di Dalla sua parte, era proprio quello di chiacchierare con i giovani per capire che si può vivere senza disagio, privarsi di ogni vergogna anche davanti a tanta difficoltà.

Le persone devono parlare sin da piccole, solo la voce può aiutare, col  tempo a convivere e prendere consapevolezza di cos’è la vita, quella vera, che non è mai da nascondere agli occhi degli uomini, caso mai da condividere.

A presto,

Rose

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...