All’Anco Marzio. “Bisogna ragionare sulla condivisione”

Provo a individuare le parole chiavi dell’incontro all’Anco Marzio realizzato con Pompeo Martelli, psichiatra e direttore del Museo della Mente, davanti a circa ottanta alunni molto attenti e interessati prima al mio intervento poi – e soprattutto – davanti alle parole di Pompeo. Malattia, disagio, condivisione, cura, dignità.

Dalla sua parte, come libro che racconta la storia di una ragazza che si rapporta con la malattia del padre, sofferente di disturbo bipolare, secondo i tanti ragionamenti di Martelli, ha il merito della “condivisione”. Le malattie mentali, da che nascono come situazioni personali, possono e qualche volta avremmo il dovere di consegnarle al “pubblico” perché sono condizioni di vita che vanno affrontate e trattate nel campo delle relazioni, non nella solitudine.

Condividerle dunque permette di migliorare anche le relazioni con il malato stesso, a non farlo sentire estraneo alla comunità, ma parte della stessa. Condividere consente di allontanarci dalla vergogna. Permette l’accettazione, capire che se la malattia mentale ci appartiene bisogna imparare a gestirla all’interno della vita del paziente e di chi gli è vicino.

La dimensione del racconto è una forma di condivisione che va verso la crescita. Se consideriamo che la malattia mentale è un accadimento all’interno della vita di una persona, se consideriamo che un uomo, con la malattia mentale, può essere in grado di star bene, dove per star bene intendiamo essere funzionale alla propria vita, dobbiamo aver chiaro che la malattia mentale può essere curata, sì, ma chi ne soffre è un uomo, una persona.

A presto

Rose

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...